COME OTTIMIZZARE IL BLOG – Parte 2° (di Valerio Cantore, giornalista pubblicista)

Se state leggendo questo articolo, evidentemente avete un blog e volete sapere come e cosa fare per ottenere un buon posizionamento sui motori di ricerca.

Come ho già detto nel precedente articolo, tutto quello che dovete fare è creare contenuti (validi) SEO-friendly. Lo so, questo termine può sembrare complicato. Ma indicizzare i contenuti web (post, blog, etc) per le ricerche è solo questione di disciplina. Mettete in pratica questi consigli in ogni singolo post o articolo che scrivete. Attraverso la pratica, la SEO vi risulterà più facile.

Bene, cominciamo! Ecco i consigli per ottimizzare un blog per i motori di ricerca (Google, Bing, etc), secondo i suggerimenti di Michael Miller.

OTTIMIZZARE IL LAYOUT. A monte dell’intera attività di SEO, dovete scegliere un modello di blog che sia propedeutico alla sua ottimizzazione. Per modello, o layout, si intende la maniera nella quale i contenuti web saranno visibili sullo schermo del vostro pc.

In tal senso, vi consiglio di scegliere un layout che abbia un menu di navigazione orizzontale in posizione prominente rispetto a tutti gli altri contenuti. Quindi, inserite nel menù le famose parole chiave pertinenti all’argomento che trattate. E’ proprio li che gli spider dei motori di ricerca analizzano i contenuti per indirizzare gli internauti verso pagine coerenti con le loro ricerche.

Altro “trucco” per ottimizzare il layout è inserire le keywords nel codice HTML, soprattutto nei tag <TITLE> e <META>. Se non avete dimestichezza con i linguaggi di programmazione, lasciate che se ne occupi il vostro web master.

OTTIMIZZARE I POST. Indicizzare ogni singolo post è fondamentale per aumentare la popolarità del vostro blog sul web. Come fare? Attuate questi semplici accorgimenti:

  • Inserite le parole chiave nel titolo;
  • Inserite parole e frasi chiave in tutto il testo, soprattutto nei primi due paragrafi. Lo ripeto: è li che gli spider scandagliano il web per cercare contenuti pertinenti alle ricerche degli internauti;
  • Se possibile, usate come anchor text le parole chiave;
  • Includete, nel testo, collegamenti ipertestuali o link (ad immagini o video) che indirizzino gli utenti/visitatori verso contenuti pertinenti e complementari ai vostri
  • Inserite sempre i tags ad ogni post. Le “etichette”, o appunto tags, sono parole chiave da applicare al post per categorizzare l’argomento trattato e suggerirlo ai famosi spider dei motori di ricerca. Troverete l’apposito spazio in cui inserire i tags all’interno del vostro CMS. ESEMPIO. Se avete un negozio di scarpe da donna, e volete scrivere un articolo per presentare la collezione autunno inverno 2015/2016, potreste inserire questi tags: scarpe; donna; calzature; collezione donna autunno inverno 2015/2016;

OTTIMIZZARE, MA NON TROPPO. Se è vero che parole e frasi chiave sono propedeutiche all’ottimizzazione dei contenuti web, abusarne provoca l’esatto opposto. Spargere keywords senza logica e in maniera non organica penalizza i contenuti in termini di posizionamento sui motori di ricerca. Dando luogo a quello che in gergo tecnico viene classificato con il termine keyword stuffing.

LINGUAGGIO VERBALE, NON ICONICO. Vi svelo un piccolo segreto. Sapete cosa sono in grado di “leggere” gli spider dei motori di ricerca? Vi rendo la riposta parafrasando un verso di una nota canzone di Mina: “Parole, soltanto parole…”. Ebbene si! I moderni motori di ricerca non riconoscono immagini, video, animazioni flash, etc. Beninteso, ove fosse possibile, utilizzate solo parole.

Ad onor del vero, dovete sempre tenere a mente che state scrivendo anche e soprattutto per persone in carne ed ossa; ed è indubbio come le immagini abbiano una grande efficacia espressiva in termini di comunicazione persuasiva. Perciò limitate l’uso di materiale iconico o video. Una giusta soluzione potrebbe essere quella di usare le infografiche.

CONDIVIDERE SUI SOCIAL. Non rendete “asociali” i vostri post. Pubblicateli sui vari social network e scegliete gli hashtag più popolari per categorizzarli. Più condivisioni otterrete, più il vostro post sarà popolare: ergo i motori di ricerca vi premieranno in termini di posizionamento. Quindi, scegliete un layout che includa i social share buttom per le condivisioni dirette dei vostri post.

Se vi è piaciuto questo articolo, e volete scoprire nuovi consigli per scrivere per il blog, non perdete il prossimo post.

 

Se vuoi aggiornamenti scrivi a

Costruire Sviluppo

info@costruiresviluppo.it

oppure telefona al

347 1505734